V Le Pape di Fabio Perpetua

Aggiornato il: mag 16

…Energia in trasmissione



Le Pape è un trasmettitore, il bastone (Pastorale) che tiene in mano funge d’antenna, quello che ha imparato lo restituisce nel circolo “ricevo - trasmetto –ricevo”.

Pratico ed insegno Riflessologia Plantare dal 2004, il concetto della ciclicità “ricevo – insegno – ricevo” è insito nel mio fare ormai da diverso tempo. E’ chiaro che nei primi anni d’insegnamento questo non sia palpabile ed evidente, ma col passare del tempo è diventato chiarissimo, con tutte le persone che hanno frequentato i miei corsi ho raccolto e dato informazione, in tutti i campi e su tutti i livelli di scambio.

La cosa fantastica che tutti mi hanno dato qualcosa, anche quelli “apparentemente” più difficili, due su tutti, una signora di 73 anni che ancora lavorava come estetista ed una donna ipovedente, potrei raccontare siparietti simpatici ed aneddoti drammaticiin relazione allo svolgimento dei corsi, ci siamo aiutati e scontrati diverse volte ed alla fine siamo arrivati a destinazione, un Attestato di Riflessologia Plantare!!!


La M.T.C. è una disciplina le cui radici affondano nella storia. Il testo più antico finora conosciuto che incarna il pensiero della M.T.C. risale al 2600 a.C., fu redatto da Huang Di ed è il "Huang Di NejJing" il "Canone di Medicina Interna dell'Imperatore Giallo".

Il libro si divide in due parti: Suwen (Le domande semplici) e Lingshu (Il perno spirituale), si articola su un lungo colloquio immaginario tra il medico di corte Chi Po l'Imperatore con l'intento di illustrare le tecniche e le modalità per mantenere in buona salute Impero e sudditi, elencando le disarmonie e i rimedi.


Illustrando le tecniche di Agopuntura, di Moxibustione, nonché le attività fisiche considerate “energetiche” (Tai Chi, Ki Kung, ecc…), la dietetica, la farmacopea ed altro ancora.

Ad oggi rimane ancora un magnifico punto di riferimento per tutte le persone che si avvicinano alla M.T.C.

Si trova in diverse edizioni ma i contenuti ed i disegni sono originali. Sono quindi quasi 5000 anni che questo ciclo “ricevo – insegno – ricevo” si rinnova costantemente in questa magnifica disciplina.

Un esempio analogo, sempre per rimanere in oriente ed in particolare in Cina, lo si può fare con le scuole di Kung Fu.

Anch’esse godono di una tradizione antica basata sulla trasmissione da Maestro ad allievo, si narra che il Maestro aspettasse i suoi ultimi anni di vita per trasmettere le ultime tecniche e gli ultimi segreti dello stile, ovviamente solo all’allievo più meritevole della scuola che a sua volta sarebbe diventato il nuovo Maestro.


Oggigiorno questo non è più possibile ma nella mia pratica del Kung Fu ho potuto apprezzare questi valori e quanto questo fosse importante per la scuola e la trasmissione dello stile praticato!

E’ il momento delle scelte!! Nel prossimo articolo parleremo dell’Arcano numero VI….Lamoureux!!!


Post recenti

Mostra tutti