top of page

Giornata della Frutta mese Maggio - 17° Capitolo del Libro "Il Percorso Armonia e Benessere"


Il mese di Maggio ci offre: albicocca, mela, melone, pera.

Il frutto di questo mese è l’albicocca. L’albicocca è l’infruttescenza dell'albero albicocco, una pianta rosacea della stessa famiglia della ciliegia e della prugna, del genere Prunus e della specie Armenaica. Questo frutto è originario della Cina nord orientale. Viene coltivato da più di 4000 anni. Dalla Cina giunse in Armenia, per questo viene anche chiamata Armenaica. Fu Alessandro Magno a scoprirla, durante la sua campagna in oriente e diffonderla in tutto il mediterraneo. La sua consacrazione avvenne grazie ai mercanti arabi, infatti albicocco viene dal vocabolo arabo Al-barquq.

Per svilupparsi e maturare l’albicocca ha bisogno di almeno 3/6 mesi e vengono quasi tutte raccolte a mano dal mese di maggio fino alla metà di luglio. Dell'albicocca viene utilizzato tutto, anche il seme, chiamato armellina, perché, come per la pesca, avendo un retrogusto gradevolmente amarognolo, viene adoperato in pasticceria come essenza, oppure come ingrediente negli amaretti, in sciroppi o liquori, oppure unito alle mandorle dolci per potenziarne il sapore.


Non bisogna però esagerare con le armelline perché contengono un derivato dell'acido cianidrico che assunto in dosi massicce risulterebbe molto tossico. L'albicocca contiene vitamina B, C, PP e i carotenoidi, che fungono da protettori di pelle e occhi; 200 gr. di albicocche somministrano il 100% della quantità giornaliera necessaria di vitamina A per una persona, ed è preziosissima in quanto protegge le mucose del nostro organismo sia interne che esterne, mantenendo la giusta idratazione della pelle.

Inoltre la mancanza di questa preziosa vitamina causa fragilità delle unghie e capelli che risultano anche opachi, per non parlare della difficoltà di cicatrizzazione delle ferite.Leconseguenze più gravi da carenza di vitamina A sono comunque la diminuzione della vista e tutte le alterazioni della cornea.L'albicocca è ricca di ferro, potassio, fosforo, magnesio e calcio,tali qualità lo rendono un alimento indispensabile per chi è anemico, debole e soffre di stanchezza cronica..............



0 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page